Martedi, 21 novembre 2017 ore 09:08

HUSQVARNA MOTORCYCLES VINCE DUE TITOLI TRICOLORI ENDURO

A una settimana dalla vittoria alla Sei Giorni con la nazionale francese, un fantastico Christophe Charlier vince anche il titolo italiano Assoluto di Enduro 2017, mentre un inesauribile Thomas Oldrati fa sua la classe E3 centrando l’ottavo Campionato italiano della sua carriera. Questo il responso del quinto e ultimo appuntamento (ottava e nona giornata di gara) dei Campionati Assoluti, d’Italia andato in scena nel weekend del 9-10 settembre a Trichiana (BL), in Friuli.

Il pilota Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing Christophe Charlier, giunto a Trichiana da leader della classifica Assoluta con un vantaggio di undici punti nei confronti di Alex Salvini, tiene tutti gli appassionati col fiato sospeso fino all’ultima speciale di domenica, in un finale al cardiopalma.

Chiudendo terzo assoluto il sabato, Charlier perde due punti nei confronti di Salvini, rimandando di ventiquattr’ore la sua conquista del titolo tricolore. Ma domenica la pioggia battente cambia le caratteristiche del percorso e delle speciali, e Charlier cade al primo Cross Test facendo segnare il ventesimo tempo. Le successive cinque speciali vedono però il francese sempre più a ridosso di Salvini, e i due piloti si presentano all’ultimo Enduro Test praticamente appaiati in classifica. Charlier prende il via e non sbaglia davvero nulla; fa segnare il miglior tempo assoluto e va a vincere il suo primo titolo Assoluto nell’anno del debutto nell’enduro, dopo aver gareggiato fino al 2016 nel motocross classe MXGP.

Ma per Husqvarna Motorcycles la festa tricolore era già iniziata sabato, con Thomas Oldrati splendido vincitore del titolo della classe E3 in sella alla TE 300 del Team BBM-Husqvarna Motorcycles Italia. Una gara, una vittoria e un titolo Italiano davvero da album dei ricordi, perché Oldrati ha gareggiato a una sola settimana dalla micro frattura al polso sinistro riportata nella terza giornata della Sei Giorni in Francia.

Risalito sulla sua TE 300 solo giovedì prima della gara, Oldrati sabato mattina è stato sottoposto a terapia di antidolorifici dallo staff medico FMI dei dottori Francesco Caranzano e Stefano Pazzano. Preso il via, ha subito attaccato il suo diretto avversario nella corsa al titolo Deny Philippaerts, guadagnando il margine di vantaggio che gli ha permesso di tagliare il traguardo in sicurezza e conquistare l’ottavo titolo tricolore in carriera; 125 2T nel 2006-2007-2008, 250 4T nel 2010-2011, E1 nel 2013-2014 E1, E3 nel 2017. Messo al sicuro il risultato finale, Oldrati domenica si è ritirato per il dolore alla mano.

Degli altri piloti Husqvarna Motorcycles Italia in gara, ottima anche la prova di Maurizio Micheluz con la TE 300, due volte secondo nella E3 e terzo nella classifica finale di campionato. Oscar Balletti con la FE 250 del Team Osellini Moto, è finito due volte in quarta posizione nella E1, conquistando il terzo gradino del podio in campionato. Bene anche il giovane Under 23 Lorenzo Macoritto, due volte sesto nella EJ, e l’ottimo Claudio Spanu che conclude il campionato della classe Youth al secondo posto.

Husqvarna Motorcycles tornerà alle gare di enduro nel GP mondiale di Gran Bretagna, in programma a Hawkstone Park nel weekend del 23-24 settembre, valido come settima prova del Campionato EnduroGP.

Christophe Charlier: “La prima giornata di gara è stata più facile, perché il terreno era asciutto e ho trovato un maggior feeling. Domenica ho fatto più fatica a causa della pioggia, ma sono molto soddisfatto di aver vinto il titolo italiano Assoluto 2017”.

Thomas Oldrati: “A Trichiana ho conquistato anticipatamente il mio ottavo titolo Italiano. Sono contento perché dopo l’infortunio al polso sinistro in Francia alla Sei Giorni, sono riuscito a fare un ottimo risultato. La gara non era semplice, forse una delle più tecniche che si sono disputate di quest’anno negli Assoluti d’Italia. Tanti sassi, speciale estrema molto impegnativa e tecnica. Ho sofferto il dolore alla mano e non pensavo di riuscire a vincere. L’obiettivo prima della gara era riuscire a concludere le due giornate. Ringrazio il dottor Francesco Caranzano che mi ha seguito tutta la settimana e sabato mattina prima del via mi ha fasciato la mano e dato degli antidolorifici, mettendomi nelle condizioni di portare a termine la gara. La vittoria serviva, erano due anni che mi mancava. Sono contento per Husqvarna Motorcycles Italia che ha creduto in me nonostante gli alti e bassi che ho avuto in queste due ultime stagioni. Spero di riuscire a terminare bene anche le due ultime gare di Campionato Mondiale e non avere problemi con il polso”.

Lorenzo Macoritto: “Sabato è andata bene a parte qualche caduta, alla fine ho trovato il giusto ritmo. Domenica sono partito bene, poi a causa della pioggia ho fatto più fatica. Tutto sommato il weekend è stato positivo”.

Maurizio Micheluz: “La seconda posizione nella prima giornata di gara davanti a Philippaerts è stata molto buona per me. Domenica ero in testa, poi ho avuto un problema nel fettucciato che mi ha fatto perdere tempo. Phillips mi ha passato e ha preso il largo. Prima del ritiro di Oldrati eravamo tutti abbastanza vicini”.

Oscar Balletti: “Non è stata una gara facile; sabato il terreno era perfetto, poi domenica la pioggia ha cambiato tutto e non sono riuscito a guidare come avrei voluto. Ma sono contento della mia posizione finale in campionato in E1”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.